giovedì 7 febbraio 2008

pensieri un po' troppo sparsi per avere un filo logico

la vita giappa si sta iniziando a delineare..

oggi siamo andati alla scuola di giapponese, abbiamo scoperto che il corso per superprincipianti è già iniziato e noi ci infiliamo dentro alla seconda settimana, avendo uno sconto.

invece per avere il visto, a parte i mille documenti necessari, ci vuole più tempo, e il corso inizia comunque più in la, quindi per ora faccio questo, poi vedo che fare.

tornando a casa abbiamo incontrato altri ristorante italiani, siamo entrati a chiedere e in uno un cameriere giapponese con un forte accento napoletano ci ha detto di tornare sabato a parlare on lo sheff, quindi verdemo, in un altra pizzeria invece c'era solo un cameriere, gli ho chiesto se parlava inglese, ha detto di no, allora gli ho chiesto se parlava italiano, lui dice yes..
allora attacco un discorso sulla mia vita e sul fatto che cercavamo un lavoro in giappone e che potevamo fare o camerieri o pizzaioli, dicendo che non avevamo ancora il visto ma l'avremmo ottenuto con la scuola presto, lui annuisce per un po', e poi mi dice "oh, sorry, i don't speak italian"..
ma cazzo! e che ascoltavi a fare, ci da un numero da chiamare, di uno che non parla nè italiano, nè inglese..che faccio, lo chiamo e poi metto giù?vabbè.

detto questo, non vi ho detto che abitiamo in una casa vera ora!
ieri siamo andati a firmare il contratto, 49000Y a testa al mese, la stanza è grande poco più della mia, ma niente soppalco, dormiamo nel futon, sul tatami..
all'ufficio abbiamo anche incontrato un fotografo italiano in vena di parlare un po' la sua lingua e che ci ha portato in un ristorante di sushi, finalmente, dove ho mangiato tantissimo, da allora non ho più smesso di mangiare sushi, ance questa sera, mentre olly comprava il cellulare, io mangiavo sushi, qui hanno un prezzo fisso per i piattini, 135Y, se però chiedi tu il tipo di piatto che vuoi, ti da 2 piattini, così paghi doppio, l'acqua e il the sono gratis, come in tutti i ristoranti, solo che l'acqua è ghiacciata, coi pezzi tipo granita, indipendentemente da fatto che tu stia mangiando sushi o curry piccante, non ne vedo il motivo ma è così, a breve imparerò a dire: acqua, senza ghiaccio per favore.

dovrèi rimettere a posto il blog perchè è un po' un cazino..

ma non lo farò.

a parte questo, abbiamo il cellulare, abbiamo l'appartamento, abbiamo il corso, abbiamo conoscenti italiani, anche in casa c'è un italiano che forse ci troverà lavoro come insegnanti, magari di italiano!
insomma, tutto va meglio.
forse insegnamo italiano ad osaka, che col treno veloce è a mezz'ora da qui, ci pagherebbero tantissimo, non so quanto, ma lui, qui a tokyo, in una squola piccolissima, per insegnare a 5, e dico 5, casalinghe, si prende 6500Y per un'ora e mezza, a osaka pagano molto di più, l'inconveniente, a suo dire, è che devi metterti in giacca e cravatta, ma io mi sono tagliato i capelli e quindi sembro abbastanza una persona seria, chissenefrega della giacca e cravatta se mi danno 10000Y all'ora!!!(€63€)

insomma, vedremo, vedremo, vedremo..

spero di fare abbastanza soldi e imparare abbastanza il giapponese da poter seguire il fronte dei sakura, i fiori di ciliegio, che qui sono tipo un'istituzione, i telegiornali danno costantemente notizie sullo sviluppo del fronte dei sakura, l'idea è di segire il viaggio di Will Ferguson in: autostop con buddha.
solo che servono soldi per mantenersi negli ostelli..
poi vedremo..

che figata!
(muovete tutti la testa come farebbe giona)
anzi, se gionni può farsi un filmato e poi mandarmelo, o metterlo su you tube, così metto il link..
se lo fa PUCCIO andrebbe anche meglio..

comunque tutta questa era una parentesi sul discorso dell'italiano fotografo..
stefano triulzi, lavora come fotografo e ci siamo andati a mangiare sushi, gli piace moltissimo cucinare e quindi ci inviterà a casa sua a mangiare qualcosa..
è un fotografo professionista, ha fotografato la casa della moglie dell'ex re della malesia, o qualcosa del genere..
ama il medioriente e cucinerà per la moglie del, vedi sopra, un piatto super elaborato e raffinato: il risotto alla milanese.
non mi è dato di sapere il motivo..
vabbè..
è bravo come fotografo..
ha pure un sito..
magari gli chiedo di fargli d'aiutante..
forse dovrei concentrarmi di più su un'unica idea..
giappone in autostop, pizzaiolo, cameriere, fotografo, insegnante, ricco..
non credo di fare tutto assieme..

vabbè, ora che ho una casa potrò aggiornare il blog quantomento più costantemente, in modo da non fare più casini con la successione dei giorni eccetera..
contento ale?

bene, grazie a tutti..

ciao ciao

3 commenti:

ale ha detto...

certo, contento!
soprattutto se fai l'insegnante di italiano e insegni a scrivere sQuola..ti prendono subito!
al massimo se ti serve la giacca ti puoi far spedire il vestito che hai usato al matrimonio di mio frate!
(e ti spedisco anche le mie scarpe di ceramica!)

Mauro ha detto...

grandi le scarpe di ceramica!!!
ora correggo l*errore idiota che ho fatto..

ghallonzronin ha detto...

Siringa, t'avevano preso per un coglione, ma sei un eroe. Un esempio quasi da seguire.
Per ora - anche se devi ancora cominciare - sei stato davvero in gamba. Sei via da 20 gg, ed è più di quanto gli scettici si aspettassero. Stai dimostrando molto, semplicemente stando là a tokyo, quindi ora ti scongiuro di 1-imparare il giappa, 2-trovare un lavoro 3-non stare via troppo, cioè, cazzo, stai via anche un anno, ma torna. Come si può stare senza un elemento come te?
Bravo, Siringa!

Cerca nel blog

sponsor ufficiosi